Ayana

Primary tabs

6,857 kmfrom home
#iamamigrant
"Mi piacerebbe che si sapesse che la Mongolia ha molte facce. Amo poter essere un ponte che connette mondi diversi."
Ayana
Paese Attuale: 
Italia
Paese d'Origine: 
Mongolia

Condividi la Tua Storia:

Ayana è una cantante d’Opera e vive a Roma, con il marito ed una figlia. Ha cantato in molti teatri di spicco in Mongolia ed in Italia, interpretando opere classiche, da Rossini a Mozart.

"Ho cominciato a studiare musica quando avevo sei anni. Mio nonno, Zandraa Tseveenii, é stato il primo regista professionista della Mongolia, ed era anche uno scrittore e un personaggio di spicco del panorama culturale locale. E’ da lui che ho ereditato la passione per le arti.

Dopo la laurea ho cominciato a cantare da professionista. Avevo un forte desiderio di migliorarmi, di fare di più. Nel 2003 fui selezionata per partecipare a una competizione internazionale lirica in Grecia. Lì ho incontrato il maestro Paolo Montarsolo, che presiedeva la giuria. Fui sorpresa quando mi chiese: “Ayana, hai una bella voce, perché non vieni a studiare canto a Roma?” Non ebbi dubbi. Lo stesso giorno chiamai i miei nonni e annunciai: “Vado in Italia”. Questa decisione mi ha cambiato la vita.

Non pensavo che vivere in un posto nuovo potesse essere un problema. Ero abituata a frequentare ambienti internazionali perché mia mamma lavorava come scienziata alla guida della prima spedizione spaziale organizzata dall’Accademia delle Scienze di Mongolia: viaggiava spesso per lavoro e casa nostra era frequentata di continuo da persone provenienti da ogni parte del mondo.

Ciononostante, i primi tre anni di vita in Italia sono stati difficili. Spesso mi dicevano “Wow, una Mongola! Non ne avevo mai vista una prima!”. Qualcuno reagiva anche in maniera negativa, o addirittura mi insultava. Molte persone hanno un immaginario ben preciso dei mongoli, nomadi abitanti delle steppe. Un’ immagine che io però non rispecchiavo.

Lo studio dell’italiano, che ho iniziato per necessità, si è trasformato nel tempo in una vera e propria passione. Le persone si sentono a proprio agio quando vedono che puoi comunicare con loro. Le aiuta a capire chi sei. Parlo russo, italiano, inglese e, ovviamente, mongolo. Il fatto di parlare molte lingue ha fatto sì che, nell’organizzazione di eventi culturali, potessi rappresentare un vero e proprio ponte tra mondi diversi, facilitando i contatti tra essi. Ho rappresentato la Mongolia all’Expo di Milano come cantante lirica e, allo stesso tempo, ho rappresentato l’Italia al “Mongolia Development Forum” tenutosi a Parigi in primavera.

La Mongolia è un paese che ha molte facce, abitato da gente pacifica e tollerante, aperta al mondo e amante dello studio. Vorrei essere capace di trasmettere un’immagine fedele e veritiera della mia madre patria. Posso dire che questa è una delle cose a cui tengo di più.

Mi considero una cittadina del mondo. Mia nonna era russa, io sono nata in Mongolia e vivo in Italia. Mia figlia ha origini italiane, mongole, russe e buryat. La Mongolia rimarrà sempre il mio paese d’appartenenza, quello dove sono nata. Quando penso a qualcosa che mi manca, il mio pensiero va subito agli ampi spazi che caratterizzano i paesaggi del mio paese, e allo yogurt mongolo, che qui è introvabile. Ma ormai sono di casa anche in Italia. L’Italia mi ha dato molto: la mia famiglia, e mia figlia, sono qui."

 

 

In collaborazione con l’International Opera Studio , Ayana organizza corsi di formazione per i giovani che si avvicinano all’opera lirica e moderna. Quest’estate, con il patrocinio dell’Ambasciata di Mongolia in Italia, Ayana porterà in Italia tre cantanti mongoli per inscenare la Cenerentola di Rossini. Ayana ha partecipato al programma di Licia Colò “Alle Falde del Kilimangiaro” portando la cultura mongola sugli schermi e nelle case degli Italiani. Ha scritto un raccolto della raccolta “The Novel of the World”, pubblicato per l’Expo 2015 di Milano. Su internet gestisce una sezione del sito Mongolia.it, e contribuisce a descrivere la Mongolia anche su facebook e su un blog.

Related Sustainable Development Goal(s):

 

https://together.un.org            http://usaim.org/            https://sustainabledevelopment.un.org