Cecile

Primary tabs

5,471 kmfrom home
" Quando lasciai casa, mia madre mi disse: 'Non tornare finché non trovi ciò che stai cercando' ".
Cecile
Paese Attuale: 
Italia
Paese d'Origine: 
Repubblica Democratica del Congo

Condividi la Tua Storia:

Ricordo ancora la parole che mia madre, quando, non ancora ventenne, stavo per salire sull’aereo che dal Congo mi avrebbe portato in Italia: “Non tornare finché non trovi ciò che stai cercando. Devi essere forte, perché il tuo lavoro potrà un giorno salvare tante vite.”

Il mio sogno era quello di diventare un medico. Appena arrivata fui aiutata da un sacerdote ungherese, che tra l’altro era un rifugiato, e riuscii a trovare degli alloggi grazie a una rete di volontariato informale. Diventai oculista e poi, nel 1994, mi sposai con un italiano. Da allora piano piano sono andata oltre il mio sogno personale di fare il medico e mi sono impegnata nel sociale, per aiutare gli altri. E alla fine sono entrata in politica.

Dopo tanti anni, nel 2013, mi arrivò la chiamata: mi fu proposto di diventare Ministro per l’Integrazione. Feci inizialmente fatica a capire di essere diventata una figura storica per l’Italia: il primo ministro nero della storia della Repubblica. Il Presidente Napolitano avrebbe potuto non accettare la mia nomina a Ministro, ma volle fare una scelta di rottura culturale, anche se alla fine trovammo davanti a un paese che non riuscì ad aprirsi con serenità a questa nomina, perché non aveva ancora probabilmente gli strumenti per affrontare una novità di questo genere.

Ora, col senno di poi, ho capito che la mia nomina ha reso evidente come, non solo in Italia, ma dappertutto, sia importante che ci siano delle persone che facciano da apripista su alcuni temi. Certo, sulla discriminazione c’è ancora molto da fare. Ho ricevuto tanti attacchi personali che ho dovuto affrontare da sola, ma la mia vittoria alle elezioni Europee, in una circoscrizione molto difficile, ha anche dimostrato che le cose forse stanno già andando avanti.

Adesso, da parlamentare europea, vivo tra Modena e Bruxelles. Mi chiedo ogni tanto dove sia casa mia. Di fatto, qualche anno fa, tornando in Congo, scoprii che lì ormai mi sentivo straniera. Dicevo a me stessa: 'Adesso è ora di tornare a casa, in Italia'. Sì, casa mia è proprio l’Italia, ormai da tanto tempo.

Certo, adesso sono sempre in viaggio, e alla fine anche i mezzi di trasporto – l’aereo, il treno – sono diventati un po’ casa. E’ lì, tra un albergo e un altro, che trovo il momento di rilassarmi, leggere un giornale, fermare il tempo. Ma se devo essere sincera il luogo dove riesco a sentirmi veramente a casa – anche se ci torno poco – è Modena: è quella la mia città, con i suoi odori, i suoi colori, la sua gente."

 

Cécile Kyenge Kashetu è stata Ministro dell'Integrazione del Governo Letta e il primo Ministro nero della Repubblica Italiana. Dal 2014 è Parlamentare europea. 

Related Sustainable Development Goal(s):

 

https://together.un.org            http://usaim.org/            https://sustainabledevelopment.un.org